Stories

Stories2020-03-20T10:10:40+01:00

Di seguito pubblichiamo le storie della CALL FOR STORIES, per raccontarci e raccontare quanto sta accadendo alle nostre vite in questo momento di sospensione.

In tante e in tanti stiamo rimanendo senza fonte di reddito. È evidente che la crisi innescata dal Covid19 colpisca in maniera differente, infierendo più duramente su chi già viveva vite fragili e precarie.

Nei locali, nei luoghi di cultura, nei ristoranti, a scuola, non ci chiamano più a lavorare. Come dovremmo pagare gli affitti, le bollette, fare la spesa, vivere?

Ci hanno [email protected] a prendere ferie, a rimanere a casa senza stipendio o ci siamo [email protected] senza più contratto, per chi l’ha mai avuto. Per questo è essenziale pretendere da subito un Reddito di quarantena.

Potrei non ricevere nulla e rimanere a casa senza stipendio per un tempo indefinito

Ho trentadue anni, faccio il fisioterapista come libero professionista. Vivo a Torino e collaboro con due centri di riabilitazione privati con una convenzione con il pubblico. Sono pagato ad ore. Entrambi i centri per cui lavoro si sono subito adeguati alle linee guida del governo. In un primo momento, sono rimasti aperti mettendo a disposizione mezzi di prevenzione come mascherine e guanti. Purtroppo, già questa misura ha manifestato le prime inadeguatezze sistemiche a confrontarsi con l’epidemia, dovute alle scarsità di [...]

Marzo 29th, 2020|stories|

COOPERATIVA CITTA’ INVISIBILE NEL COVID-19: UNA STORIA DI LEGAMI ED INTRECCI

Siamo una piccola cooperativa formata da otto soci (che sono i titolari) e 12 dipendenti tra part-time e intermittenti, che lavorano nell'ambito della progettazione e allestimento eventi. Abbiamo deciso anni fa di condividere un sogno comune: quello di uscire ognuno dalla propria situazione lavorativa -chi legato dalla morsa della fabbrica, chi intermittente dello spettacolo, chi operaio specializzato, chi rifugiato politico con un futuro precario incerto- per realizzare una cooperazione vera, slegata dalle logiche padronali del mercato del lavoro. Il nostro [...]

Marzo 22nd, 2020|stories|

Da oltre un mese non tocco la console

La cosa più difficile della quarantena è riuscire a districarsi nei pensieri che ti assalgono frenetici. Da oltre dieci giorni sono rinchiuso in casa senza riuscire a darmi delle risposte alle centinaia di domande che quotidianamente attraversano la mia testa. Che tipo di rapporto ho instaurato con il mio lavoro? Questa è senz’altro la domanda più frequente, quella che riesce a mettermi più in difficoltà. Non ho mai pensato che l’essere umano si realizzasse attraverso il lavoro, per contro non [...]

Marzo 20th, 2020|stories|